logo
Prenota la tua visita 080-5247933
Caricamento
home
cosa facciamo
fotogallery
dicono di noi
dove siamo
contatti
 RobertoMedicalGroup si occupa di:
SEI INTERESSATO?
Puoi compilare questo semplice form e ti contatteremo gratuitamente per chiarire tutti i tuoi dubbi.
* Campi obbligatori
digita il risultato dell'operazione
Ai sensi del D.L.gs del 30/06/2009 n. 196 sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati.

Iscriviti alla nostra Mailing List per ricevere le nostre News sulla tua E-mail.

Siamo presenti nel Portale di Medicina e Chirurgia
nella sezione: Chirurghi Plastici

« indietro ::
Cosa facciamo > PROFILOSCULTURA

sezione profiloscultura

Tipologie di interventi

Rinoplastica
Puo’ essere eseguita in anestesia locale o generale, e la dimissione dopo l’operazione puo’ avvenire in giornata, o al limite il giorno successivo.
Poiche’ esistono diverse tecniche chirurgiche che possono essere utilizzate per ottenere l’effetto desiderato, è importante che il paziente discuta con il chirurgo quali risultati vuole ottenere in modo da scegliere la tecnica più appropriata per il caso specifico e per il risultato finale che si vuole ottenere. Per quanto riguarda la tecnica chirurgica vi sono due varianti principali dell’intervento:

Rinoplastica aperta e Rinoplastica chiusa
La rinoplastica aperta, è più complessa è va usata in presenza di una punta larga e di malformazioni importanti. La tecnica chiusa invece la si utilizza più comunemente per nasi più “estetici” (fig. 1). La scelta tra le rinoplastica chiusa e rinoplastica aperta, dipende sia dalle preferenze del chirurgo che dal tipo di modifica che il paziente desidera ottenere per il suo nuovo naso. L’intervento può essere programmato su fotografie a grandezza naturale di profilo, di fronte e tre quarti, sulle quali paziente e chirurgo troveranno insieme il naso più idoneo con una indagine morfometrica (fig. 2).








Malaroplastica
Gli zigomi rappresentano un elemento importante per esaltare la bellezza di tutto il viso, ed è il primo segno di invecchiamento del volto. Infatti con gli anni i tessuti molli si atrofizzano facendo perdere l’ovale del contorno del volto. Il ripristino di questo dà pertanto un netto senso di ringiovanimento. Per questo motivo sempre più pazienti si rivolgono al loro chirurgo estetico per richiedere questo un intervento di malaroplastica.

Come viene fatto?
Solitamente si tratta di un intervento ambulatoriale eseguito in anestesia locale. Semplicemente mettendo nell’area zigomatica un filler di acido jaluronico, acido polilattico o più recentemente con “radiesse” che dura molto di più o ancora grasso (lipofilling) (vedi fig.).



In associazione all’intervento di correzione del naso, può rendersi necessaria una mentoplastica, che consiste nell’aumentare leggermente la proiezione del mento nel caso di mento sfuggente. Bisogna ricordarsi, infatti, che una modesta e impercettibile retrazione del mento può diventare più evidente dopo una rinoplastica ben riuscita. L’intervento consiste nel mettere pezzi di cartilagine o piccole protesi attraverso la bocca. Una proiezione del mento anche solo di 2-4 mm è risolutiva. Al contrario si può ridurre un mento troppo sporgente, mediante la riduzione della parte ossea o del tessuto fibroso.

Con la labioplastica, si possono ingrandire labbra, attraverso l’inserimento di materiale biocompatibile (dimetilmetacrilato etc, etc..) in modo da produrre una lievissima proiezione del bordo del labbro superiore e inferiore o un aumento del turgore delle stesse. Il tutto va eseguito con scrupolosità, con piccoli dosaggi, un poco alla volta.

Le orecchie, se eccessivamente sporgenti o prive dei rilievi le rendono aggraziate, rappresentano una nota stonata nell’armonia del volto. L’otoplastica serve a correggere le orecchie a “sventola” o “elice valgo” oppure per malformazioni e asimmetrie di varia natura. Si esegue in anestesia locale e il risultato è subito evidente.


PRENOTA SUBITO LA TUA VISITA
CHIAMA ORA 351.23.76.779
separatore
Roberto Medical Group
 .