logo
Prenota la tua visita 080-5247933
Caricamento
home
cosa facciamo
fotogallery
dicono di noi
dove siamo
contatti
 RobertoMedicalGroup si occupa di:
SEI INTERESSATO?
Puoi compilare questo semplice form e ti contatteremo gratuitamente per chiarire tutti i tuoi dubbi.
* Campi obbligatori
digita il risultato dell'operazione
Ai sensi del D.L.gs del 30/06/2009 n. 196 sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati.

Iscriviti alla nostra Mailing List per ricevere le nostre News sulla tua E-mail.

Siamo presenti nel Portale di Medicina e Chirurgia
nella sezione: Chirurghi Plastici

« indietro ::
Cosa facciamo > CALVIZIE

sezione calvizia

Quale terapia utilizzare?

Ci sono tre categorie che si usano diversamente a seconda dell’età, del sesso, del grado di calvizie e desiderio del paziente.

Mantenimento: le terapia più comune per l’alopecia androgenetica è il Minoxidil (2-5%) da solo o in associazione alla Finasteride (1 mg pro/die) entrambe vanno eseguite quotidianamente e sotto stretto controllo medico.

Rigenerativa: si chiama PrP e si tratta di plasma arricchito di piastrine: è l’arma più recente messa a punto dalla medicina per contrastare la caduta dei capelli. E’ una applicazione di medicina rigenerativa, basata sulle proprietà dei fattori di crescita presenti nel nostro sangue, in particolare nelle piastrine (vedi figure sul PRP). Diversi studi hanno evidenziato che a livello del bulbo sono presenti cellule staminali dotate di recettori per i fattori di crescita. Il PrP è un’ottima fonte di fattori di crescita; si è pensato quindi di utilizzarlo per stimolare la ricrescita dei capelli . Il PrP favorisce inoltre un irrobustimento dei capelli trapiantati. Il PrP potrebbe così costituire una valida alternativa alle tradizionali terapie mediche, soprattutto nel caso dei giovani e delle donne, solitamente poco propensi a ricorrere ai farmaci classici, a causa dei possibili effetti indesiderati all’intervento.

Sostitutiva: la tecnica chirurgica più moderna, ideata e messa a punto ormai da anni negli Stati Uniti, è l'autotrapianto microfollicolare, considerato come l'intervento estetico maschile più richiesto: vengono prelevate le UF (unità follicolari), che contengono ciascuna uno-tre capelli assieme alle loro ghiandole annesse. L'autotrapianto è pertanto una tecnica di microchirurgia della calvizie che consiste nel prelievo di bulbi capilliferi dalla zona nucale ricca di capelli e nel trapianto di questi in parti che ne sono prive come la fronte e il vertice (Fig. 4).



Fig. 4 Schema dell’autotrapianto

Il notevolissimo successo di questa metodica si basa sulla scoperta di Orentreich della teoria della "donor dominance" del bulbo capillifero. Secondo questa teoria i capelli mantengono la "memoria" della zona donatrice, per cui una volta impiantati in altra zona, continuano a crescere allo stesso modo della loro provenienza originale, non essendo più sensibili all'azione ormonale del testosterone.



PRENOTA SUBITO LA TUA VISITA
CHIAMA ORA 351.23.76.779
separatore
Roberto Medical Group
 .